Salute ~ Ambiente Sport ~ Società Beni culturali ~ Patrimoni edilizi Imprese ~ Economia Scuola ~ Università Turismo ~ Enogastronomia Innovazione Tecnologica Virtual Poleis
  |Home|  
1
2
3
4
5
6
7

Gerrit Rietveld, Casa Schroeder, Utrecht 1924, foto F. Panzini 2011

UNIVERSO RIETVELD
Fino al 10 luglio il MAXXI si presenta come naturale e preziosa cornice delle opere del genio di Gerrit Rietveld.

Finalmente una degna introduzione alla favolosa avventura di una grande personalità del Novecento. Si tratta infatti della prima retrospettiva monografica in Italia dedicata al maestro olandese, al suo mondo e alle sue influenze sull’arte e l’architettura di oggi. In mostra 100 opere di architettura e design: progetti, mobili, allestimenti, modelli, foto e video.La mostra ripercorre a 360 gradi l’attività del maestro olandese: architetto, ma anche artigiano e falegname, progettista di interni e di arredi, e poi ancora docente, sapiente allestitore di mostre e progettista di spazi espositivi, anticipatore di molti sviluppi dell’architettura attuale e dell’idea contemporanea di democratic design, che sposa la qualità alla produzione di massa. Tra le opere in mostra, alcuni classici di Rietveld: Casa Schröder a Utrecht del 1924, la sua prima opera di architettura in mattoni e legno, dichiarata patrimonio UNESCO dal 2000; le sedie Rosso-Blu e Zig-Zag, icone del movimento moderno; il Padiglione Olandese alla Biennale di Venezia del 1953-54, esempio di integrazione tra spazio espositivo e opera d’arte. Ma la chiave della mostra è la contemporaneità e modernità di Rietveld. Si mettono in luce i rapporti con gli artisti del gruppo De Stijl (le sue creazioni sembrano in simbiosi con i quadri di Mondrian) e con i protagonisti dell’avanguardia modernista (in mostra, il disegno della casa Farnsworth di Mies van der Rohe, quelli delle case al quartiere Weissenhof di Stoccarda di Le Corbusier , ..), fino agli influssi sull’architettura e il design contemporanei (la reinterpretazione della Zig-Zag di Alessandro Mendini o la sedia Smoke di Maarten Baas, rivisitazione della Rosso-Blu). Il percorso espositivo è inoltre arricchito dall’installazione del Laboratorio Rietveld, a cura del Dipartimento Educazione del MAXXI: uno spazio esterno progettato dagli scandinavi Rintala Eggerstsson Architects - in perfetto spirito rietveldiano all’insegna dell’essenzialità - in cui i visitatori possono sperimentare la costruzione di alcuni mobili di Rietveld.

  Altre Gallery:

Tiepolo

Donatello

BOLDINI, PREVIATI E DE PISIS

Montefalco (PG): Il Carapace

Picasso a Milano

La Fabbrica Sospesa

L Architettura del mondo

SIENA: il Pavimento della Cattedrale

Venezia: le sale di Sissi

Progetto NIKER

Palladio Museum

Francesco Guardi

Luca Signorelli

LA CITTA’ IDEALE

Sorolla

Tintoretto

Miró! Poesia e luce

LUX IN ARCANA

Terni, la Scarzuola

Firenze. Palazzo del Leone

Sepolcro degli Scipioni

PIER LUIGI NERVI

Giuseppe Motti

ARMENIA

MONDRIAN

Farmacia Museo e Fabriano

Agostino Carracci

MNAF

WTE UNESCO 2011

Restaurata la Torre degli Ezzelini

CANTIERE MOLE 2011

Gio Ponti

I Mercati di Traiano in mostra-restauro

Quel Che Il Mare Conserva...

Young Architects Program

Roma: il Ponte della Musica

Opificio delle Pietre Dure

ROMA NASCOSTA

i-MiBAC Voyager

Rietveld

MATERIALI COMPOSITI

PIER LUIGI NERVI

MAXXI Cantiere d'autore

La Casa di Carlo Goldoni

Forte Malatesta (AP)

Il Mondo di Escher

Nuovo volto per l'ex Choccolat Tobler

SITI UNESCO IN ITALIA

IL MAXXI a ROMA

Restauro Palazzo Ducale

Frank O. Gehry

Castello Bufalini

Lughia

UNESCOITALIA

David Chipperfield

Collezione Caprai

Teatro Morlacchi - Perugia

Palladio

Arazzeria medicea

Architettura rurale umbra

MAC Milano

Tiziano

Canova

Museo del Design Italiano

Scoperto il Lupercale

Pintoricchio

6 progetti per Intesa Sanpaolo

Fondazione Ermitage Italia

Il futuro del Futurismo

Tiziano. L'ultimo atto.

Etruschi di Volterra

Fuksas